Translate

Pappa al pomodoro fiorentina e foto del mercatino d'antiquariato

 
Il rigattiere

"Il rigattiere, dal latino re-captare, cioè ricomprare, è colui che rivende e ricompra vestiti, mobili e soprammobili, simile al ferrivecchi ma che tratta articoli in parte diversi. Il rigattiere 
 
può essere considerato la versione povera dell'antiquario; In passato, fino alla prima metà del Novecento, il mercato dei mobili usati, a Firenze, si teneva soprattutto in piazza Santa Croce. Giovani coppie e famiglie cercavano dal rigattiere mobili, tavoli, sedie, madie, armadi, letti, culle e tutto ciò che poteva servire per arredare o completare il semplice arredamento delle case di una volta." 
(Il testo è tratto dal libro "L'andirivieni fiorentino", ambulanti e vecchi mestieri di strada, a cura di Luca Giannelli)

******
Pappa al pomodoro fiorentina



Ingredienti per 4 persone
300 gr di pane raffermo, 500 gr di pomodori maturi, un cipollotto, un porro, due spicchi di aglio, olio evo, foglie di basilico, sale e pepe nero.
Preparazione
Versate dell'olio extravergine in una padella e unite un trito di cipolla, porro e aglio e iniziate a cuocere. Dopo qualche minuto aggiungete i pomodori sbucciati e ridotti a pezzetti, abbondante basilico e insaporite con sale e pepe. Cuocete per circa un quarto d'ora, poi unite il pane raffermo tagliato a piccole fette, continuando la cottura, su fuoco basso, fino a quando il pane sarà completamente sfatto. Questa gustosa e semplice zuppa di tradizione toscana e, più precisamente, tipica della cucina povera fiorentina, può essere consumata calda o tiepida, con l'aggiunta di un filo di olio extravergine a crudo.





34 commenti:

  1. Ma è squisita questa pappa al pomodoro!Complimenti!Bravissima!Belle foto come sempre!

    RispondiElimina
  2. Mai messo il porro nella pappa eppure mi piace un sacco... alloranon mi resta che copiare questa tua ricetta alla lettera :)

    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Excelente plato muy tentador luce saludable y bella,me impresiona la máquina de coser a mano mi madre tenía una parecida,grandes abrazos

    RispondiElimina
  4. Che fascino gli oggetti di una volta! Mi hai fatto tornare in mente il macina caffè che aveva mia nonna.. chissà chi l'avrà tenuto e dove sarà ora?
    Non ho mai cucinato la pappa al pomodoro (mi ritorna in mente la canzoncina..) e tu l'hai presentata benissimo quanti bei colori!
    ciao ciao

    RispondiElimina
  5. Buona! Magari stasera la faccio con gli ultimi pomodori dell'orto!
    Ma lo sai che ho una macchina da cucire piccina come quella della foto?

    RispondiElimina
  6. Un plato rico y muy sencillo y facil de hacer. Un saludo.

    RispondiElimina
  7. la pappa al pomodoro e sempre buona anzi mi hai dato l'idea per il pranzo di domani...
    baci da lia

    RispondiElimina
  8. Beh, la pappa col pomodoro è una vera delizia!! Belli questi scatti che ci hai regalato!!
    Franci

    RispondiElimina
  9. Belle foto,un accostamento solo apparentemente azzardato,entrambi sono nel solco della tradizione.

    RispondiElimina
  10. Certe pietanze si dimenticano eppure secondo me sono i migliori, io amo questo piatto ma è tantissimo tempo che non lo mangio, buonoooooooooo

    RispondiElimina
  11. non l'ho mai assaggiata ma certo è che ne vorrei proprio un piattino. bacio

    RispondiElimina
  12. che delizia.... supeeeeeeeeeeeeeer!!!!

    RispondiElimina
  13. La mangiavo da piccola,la preparava il papà di una mia amica e ho un ricordo"buonissimo"!Che voglia di riassaggiarla,in più la tua presentazione è super invitante!!
    Il rigattiere è una figura antica e affascinante come gli oggetti che rivende!Fantastico quel braciere..da noi si chiamava"vrisera"!

    RispondiElimina
  14. ciao Lady
    ahahah...questa ricetta mi ricorda Gianburrasca!!!
    viiiva lla pappa pappa col po-po-po-po-modoro!!!
    ricordi? o forse sei troppo giovane!
    eccola qui!! sembra squisita davvero!
    baci

    RispondiElimina
  15. Bellissime foto e la pappa?? favolosa
    bravissima lady un'abbraccio

    RispondiElimina
  16. Gli oggetti del rigattiere sembrano provenire da un altro mondo e raccontano storie. Mi ci perderei in quei mercati straordinari che avete in Toscana!
    Booona la pappa al pomodoro, ma sai che mi hai dato un'idea per mia figlia che, per l'apparecchietto, in questi giorni può mangiare solo cibo morbido. Grazie!
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  17. che delizia!!! baci, buona serata ^_^

    RispondiElimina
  18. Lady en casa cuando yo era pequeña había una maquina de coser igual que la que hay en la foto de manivela, la sopa excelente tiene una pinta deliciosa. Besos.

    RispondiElimina
  19. Che profumino invitante e che oggetti interessanti! buona serata

    RispondiElimina
  20. Mi sembra davvero molto gustosa!!! Un piatto antico e semplice da provare sicuramente....Un bacione e buona serata!

    RispondiElimina
  21. io comprerei tutto quello esposto nelle foto, adoro i mercatini! la pappa al pomodoro l'ho mangiata diverse volte in toscana ma a casa non l'ho mai fatta, penso che potrei osare....

    RispondiElimina
  22. conosco bene i rigattieri qui da me ce ne sono ancora, e io adoro girare per i mercatini a riscoprire i gioielli del passato....ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  23. Ma è squisita questa pappa al pomodoro... sulle nostre tavole non manca mai.

    RispondiElimina
  24. Ciao Lady!! Ci sono ancora è? Non sono sparita!! Mi sembra di sentire un certo profumino! La tua ricetta mi piace moltissimo!! Un bacione cara.

    RispondiElimina
  25. che buona la pappa al pomodoro! è semplice ed è ottima! che belli i banchi dei rigattieri ci trovi le cose più strane, mi affascinano molto! :)ciao carissima

    RispondiElimina
  26. Viva la pappa!!quant'è buona!!!buona giornata

    RispondiElimina
  27. Buenos días Lady. Que plato mas rico, fácil, barato pero muy exquisito el que nos has preparado. Te ha quedado de lujo ideal para este tiempo.
    Un saludo Paco

    RispondiElimina
  28. Bellissima la foto del rigattiere, a me piace molto visistare i mercatini dell'usato, si trovano un sacco di cose molto interessanti.
    Favolosa la tua pappa al pomodoro.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  29. qui a Caltagirone,ho ritrovato il mercatino che si rifà a quello di cui parli tu: "'a truvatura",dove ho potuto trovare qualche oggetto interessante.
    La pappa al pomodoro la conosco,anche se le preferisco la ribollita,un abbraccio

    RispondiElimina
  30. a vederla vien voglia di assaggiare, bellissima presentazione. Sai domenica ero a Sansepolcro e c'era un mercatino piccino in piazza, la fotocopia delle tue meravigliose foto, tutto pieno di cose vecchie ed antiche e l'atmosfera era piena di un particolare fascino, mi è piaciuto molto ,
    ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  31. un piatto classico della cucina toscana , nons apevo al ricetta quindi mi è molto utile questo post, ciao

    RispondiElimina
  32. la pappa al pomodoro è un classico, ma quante belle anticaglie si trovano da rigattiere ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pappa al pomodoro mmmmmm. che bonta' la gustai nel 2003 per la prima volta. In quel periodo mi trovavo in Toscana per la precisione a Firenze. Restammo li , con mio marito, per circa 10 giorni e ricordo che la sera puntualmente non poteva mancare, almeno per me, la varie zuppe tra queste anche la pappa col pomodoro. Ne rimasi estasiata, ho provata a rifarla a casa ma con scarsi risultati provero' sicuramente la tua ricetta.... Giovanna

      Elimina

Grazie della visita e del commento!
I commenti con link attivi e inattivi verranno rimossi
I commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

NIENTE PREMI, GRAZIE!!!
Vi prego di NON assegnarmi premi, in quanto NON ho tempo a disposizione per rispettarne le relative regole!!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...