Translate

Crostatine alla marmellata di fichi e opere di Van Gogh



Crostatine alla marmellata di fichi

Ingredienti
260 gr di farina, 130 gr di burro ammorbidito, 130 gr di zucchero, 2 tuorli d'uovo, un cucchiaino di miele, una bustina di vanillina, pinoli, mezza bustina di lievito per dolci, marmellata di fichi (La ricetta la trovate qui).
Preparazione
In una zuppiera intridete la farina e il burro con la punta delle dita, aggiungete lo zucchero, i tuorli d'uovo, un cucchiaino di miele, la vanillina e il lievito. Lavorate velocemente l'impasto, raccoglietelo a palla, spolverizzate con poca farina e lasciate riposare per circa 40 minuti. Stendete la pasta e ricavate dei piccoli dischi, poi imburrate degli stampini e foderateli con i dischi di pasta, rialzandone il bordo. Riempite il loro interno con della marmellata di fichi e ultimate collocando al centro di ogni crostatina una decorazione di pasta e qualche pinolo. Spennellate la pasta con del latte e cuocete nel forno a 170° per circa 10 minuti. Terminata la cottura, lasciate raffreddare e sformate. (I tempi di cottura e la temperatura variano in base al tipo di forno utilizzato).






****** 
 Opere di Vincent Van Gogh








1 foto: La sedia e la pipa di Vincent (1888), Londra, The Tate Gallery. Il periodo di Arles fu senza dubbio il più importante per l'attività artistica di Van Gogh.
2 foto: Caffè di notte (1888), Otterlo, Rijksmuseum Kroller-Muller. Sotto le stelle che brillano come un saluto lontano, la luce inquietante del caffè, ci attira con una promessa di perdizione.
3 foto: La camera di Van Gogh a Arles (1888), Amsterdam, Museo Vincent Van Gogh. Come nelle due versioni del Caffè di notte, l'intima e luminosa armonia di questa tela suggerisce un senso di profonda tranquillità e di riposo.
4 foto: Girasoli (1889), Amsterdam, Museo Vincent Van Gogh. Per decorare le pareti della stanza gialla presa in affitto a Arles, Van Gogh concepì una serie di pannelli di girasoli su sfondi gialli e azzurri.
5 foto: Autoritratto (1887), Amsterdam, Museo Vincent Van Gogh. In questo autoritratto del 1887 Van Gogh interpretò in modo personale la tecnica divisionista.

(Fonte: I capolavori di Vincent Van Gogh - Fabbri Editori)


9 commenti:

  1. splendide queste tartellette, bravissima!

    RispondiElimina
  2. Ho avuto la fortuna di vedere dal vivo quasi tutte le opere di Vincent!!!!
    Lo adoro!!!!
    Ma anche le tue crostatine sono opere !!!!!

    RispondiElimina
  3. Io, purtroppo, mi sono sempre dovuta accontentate di mirarle ed ammirarle solo nei libri di scuola... concordo comunque con Luby nel dire che anche le tue crostatine sono delle autentiche opere d'arte! Bravissima!

    RispondiElimina
  4. I love this..YUMMY RECIPE..

    Aarthi
    http://yummytummy-aarthi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. non sono riuscita a fare la marmellata di fichi perchè me li sono mangiati tutti, dovrò essere più giudiziosa la prossima volta, vorrei fare la tua marmellata...

    RispondiElimina
  6. Oltre alle tue crostatine bellissime e squisite, non posso non amare questi quadri. Van Gogh è uno dei miei artisti preferiti, il dipinto della sua stanza lo amo particolarmente. Ho avuto la fortuna di ammirare da vicino tutti, o quasi, i suoi quadri....senza parole :-))

    RispondiElimina
  7. mi piace molto questa associazione opere di van gogh e cucina, complimenti per le crostatine

    RispondiElimina
  8. Lucen muy ricas es una delicia al paladar me encantan,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina

Grazie della visita e del commento!
I commenti con link attivi e inattivi verranno rimossi
I commenti con pubblicità a contest o altro verranno rimossi

NIENTE PREMI, GRAZIE!!!
Vi prego di NON assegnarmi premi, in quanto NON ho tempo a disposizione per rispettarne le relative regole!!!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...